Distribuzione dividendi 2015 controllata Hong Kong

Una controllata con sede in Hong Kong ha l'esercizio coincidente con l'anno solare, un livello nominale di tassazione non inferiore al 50% del carico fiscale italiano e non usufruisce di aclun regime "speciale". Per i dividendi dalla stessa distribuiti nell'anno 2015 dopo l'approvazione del Dm 18 novembre 2015, che ha espunto Hong Kong dalla black list, ma prima della sua pubblicazione in Gazzetta Ufficiale n. 279 del 30 novembr3e 2015, si ritiene che spetti, comunque, la tassazione nella misura del 5%, dato che (come precisato dall'agenzia delle Entrate con la Circolare n. 35/E del 4 agosto 2016 – par. 1.2.2) le controllate con esercizio coincidente con l'anno solare, residenti in uno degli Stati espunti dalla black list si considerano escluse dal Dm 21 novembre 2011 per l'intero periodo d'imposta 2015. Si chiede conferma che tale conclusione è corretta.

Inviata il 27  gennaio  2017 alle ore 13:08

Diversamente rispetto a quanto previsto per la disciplina Cfc, ai fini della tassazione dei dividendi, la stessa circolare 35/E/2016 (par. 3.2) ha chiarito che occorre fare riferimento alla presenza o meno del Paese nella black list ex Dm 21 novembre 2011 nel momento in cui gli utili sono percepiti (fermo restando quanto precisato in relazione al regime delle riserve di utili pregressi). Pertanto, secondo questa interpretazione: - con riferimento alla tassazione degli utili corrisposti nel 2015 da società partecipate residenti a Hong Kong, la data "spartiacque" sarebbe quella dell’uscita di Hong Kong dalla citata black list e, quindi, il 30 novembre 2015 (data di entrata in vigore del Dm 18 novembre 2015, che ha espunto dalla black list Hong Kong); con la conseguenza che - i dividendi provenienti da Hong Kong e percepiti dal socio italiano prima di questa data sarebbero assoggettati a tassazione integrale. Viceversa, gli utili percepiti successivamente potranno essere tassati parzialmente a meno che la partecipata in Hong Kong non sia soggetta a un regime speciale (cfr., anche Risoluzione n. 108 del 24 novembre 2016) Antonio Longo

Inviata il 06  febbraio  2017 alle ore 11:51